Seggiolini auto per bambini: la normativa

Seggiolini auto per bambini: la normativa

In Italia, soltanto il 40% degli automobilisti utilizza il seggiolino per trasportare i piccoli all’interno della vettura. Eppure la normativa è abbastanza chiara e i seggiolini auto per bambini sono obbligatori ai sensi dell’articolo 172 del Codice della Strada, secondo il quale i bimbi che viaggiano in automobile devono essere protetti durante il trasporto da appositi sistemi di ritenuta idonei e omologati. Inoltre, la legge provvede anche a delineare le caratteristiche dei seggiolini auto, che possono variare a seconda dell’altezza e del peso del bambino. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio cosa prescrive la legge.

La normativa

In questo momento sono in vigore due norme relative ai seggiolini auto, le quali nel corso del 2017 sono state oggetto di alcune integrazioni tese ad aumentare la sicurezza dei passeggeri più piccoli.
La prima è la normativa ECE R44/04, che provvede a suddividere in cinque diversi gruppi di peso le tipologie di seggiolini per bambini:

  1. seggiolini auto Gruppo 0 o navicelle per bambini di peso inferiore a 10 kg;
  2. seggiolini auto Gruppo 0+, dalla nascita fino a 13 chilogrammi;
  3. seggiolini auto Gruppo 1, dedicati a chi pesa ad 9 a 18 chilogrammi;
  4. seggiolini auto Gruppo 2/3, da 15 a 36 chilogrammi;
  5. seggiolini auto Gruppo 3, corrispondenti ai classici rialzini, da 22 a 36 chilogrammi di peso o da 125 a 150 centimetri di altezza).

Da gennaio del 2017 questa norma consente di omologare i seggiolini senza schienale solo per il Gruppo 3, anche se quelli già sul mercato e omologati Gruppo 2/3 possono ancora essere venduti sino ad esaurimento, ma non più prodotti.
La seconda normativa è denominata i-Size o R129, ed è valida dal 2013, andando a suddividere i seggiolini solo in base all’altezza, incentivando l’uso del sistema Isofix (mediante il quale il seggiolino viene fissato direttamente alla vettura) e ne prescrive l’installazione contro la direzione di marcia almeno fino ai 15 mesi. Dall’estate del 2017 essa obbliga tutti i seggiolini per bambini con un’altezza compresa tra 100 e i 135 centimetri ad essere muniti di schienale.
Proprio per quanto riguarda il posizionamento del seggiolino nell’auto, va ricordato che:

  • seggiolini dei bambini più piccoli (gruppo 0+) devono essere posizionati in senso contrario a quello di marcia, magari sul sedile anteriore e con l’airbag lato passeggero disinserito;
  • seggiolini auto dei gruppi 1, 2 e 3 devono invece essere posti sul sedile posteriore al centro, in modo da mettere i piccoli al riparo da eventuali urti laterali. Ove si decida di farli viaggiare sul sedile davanti, come consentito dalla legge, il seggiolino dovrebbe essere posizionato fronte marcia con il sedile completamente all’indietro e avendo cura di inserire l’airbag.

Per chi abbia intenzione di approfondire il tema in vista di un acquisto, ricordiamo che è possibile reperire informazioni online, ad esempio navigando su questa pagina, che presenta una carrellata di prodotti attualmente in commercio.