Elettrostimolazione per emicrania: le terapie più indicate.

L’elettrostimolazione è formata da una serie di terapie che possono essere sfruttate in diversi campi e per combattere anche problemi di varia natura. Tutte le terapie di elettrostimolazione si basano principalmente sullo stesso principio: infatti si tratta di correnti elettriche che vengono trasmesse a bassa frequenza a muscoli, tendini e nervi sfruttando degli elettrodi come conduttori delle correnti. Quello che vanno a fare in poche parole è permettere al muscolo di effettuare un movimento involontario che andrà a stimolarlo e che servirà a diversi obiettivi. Le terapie di elettrostimolazione possono essere di vario genere e sopratutto si adattano a diverse situazioni. Inizialmente queste terapie venivano sfruttate esclusivamente in campo sportivo, per migliorare le prestazioni degli atleti; attualmente invece queste terapie vengono utilizzate moltissimi anche in campo medico e in campo riabilitativo e fisioterapico, proprio perchè si è scoperto che hanno dei grossi benefici anche in queste situazioni che coinvolgono la medicina e la riabilitazione. Facendo l’esempio del settore medico, l’elettrostimolazione viene attualmente utilizzata per far fronte a delle situazioni infiammatorie che coinvolgono i muscoli. Per esempio, sempre più spesso, le terapie di elettrostimolazione vengono utilizzare per combattere patologie dolorose come tendiniti, lombalgie, dolori alla schiena e molti altri. Chi si trova ad affrontare una di queste situazioni che possono portare molto dolore e causare vari problemi a chi ne soffre, potrebbe pensare di sfruttare queste terapie per tentare di risolvere il problema, ovviamente però solo dopo aver consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Se volete analizzare quali sono i vari utilizzi delle terapie di elettrostimolazione, potete consultare la guida che trovate su questo sito https://sceltaelettrostimolatore.it/

Un altro possibile utilizzo delle terapie di elettrostimolazione è contro l’emicrania. L’emicrania è una patologia dolorosa tra le più diffuse al mondo, sia tra gli uomini che tra le donne. L’elettrostimolazione potrebbe essere tranquillamente utilizzata anche per combattere l’emicrania. In questo caso verrà applicato un elettrostimolatore sulla parte destra del collo, vicino al nervo vago e verrà inviato un impulso elettrico a bassa frequenza; questi impulsi andranno a stimolare proprio il nervo vago e manderanno al cervello il segnale di ridurre la produzione di glutammato, sostanza che si pensa sia responsabile del dolore causato dalle emicranie.