Come scegliere un lavavetri elettrico?

Pulire bene e a fondo la casa è sempre una faccenda delicata. Ogni superficie ha bisogno di prodotti specifici, che possano pulirla al meglio, igienizzarla e renderla come nuova. Nel caso di vetri e specchi il discorso si complica, in quanto per poterli pulire bene avremo bisogno di accessori appositi, creati per lo scopo. In caso contrario il rischio è quello di non ottenere un effetto ottimale. Anche dopo una pulizia, se non effettuata a dovere, possiamo riscontrare su queste superfici gocce di calcare e aloni. Per aiutarsi in questa operazione prima si usavano dei lavavetri manuali. Purtroppo però tali dispositivi non si allungavano di molto, e quindi non ci consentivano di raggiungere ogni angolo del vetro o dello specchio. Inoltre si trattava di operazioni che richiedevano un certo tempo per essere portate a termine al meglio, oltre che una buona dose di sforzo fisico e fatica. Grazie alle nuove tecnologie però questo disagio è relegato al passato: oggi ci sono diversi tipi di lavavetri elettrici. Ma come sceglierne uno tra la vasta gamma di prodotti che ci offre il mercato? Vediamolo insieme nelle prossime righe, o su questo articolo dedicato ai lavavetri elettrici.

I criteri per scegliere un buon prodotto sono pochi, ma imprescindibili. Per prima cosa ricordiamo che si tratta di un elettrodomestico che funziona a batterie, e per tale ragione prima di acquistarne uno valutiamo bene il numero di finestre, vetri e specchi che intendiamo pulire con tale apparecchio – nonché la loro estensione. Ci sono infatti modelli diversi, ma tutti prevedono una determinata lunghezza di spazzole – non se ne trovano più lunghe di 30 cm. Quindi dovremo per forza guardare alla durata della batteria, e metterla in relazione ai mq che andremo a trattare. Questa informazione possiamo reperirla sulla scheda del prodotto. Di solito un prodotto di media qualità ha un’autonomia tale da consentirci di pulire almeno 80 mq di superficie.

Guardiamo anche al serbatoio, che nel caso del lavavetri consiste in un ’aspiratore d’acqua. Tale componente infatti rimuove lo sporco, elimina le tracce d’acqua in modo tale da non permettere al calcare di creare macchie o gocciolature sgradevoli da vedere.